Stazione Unica Appaltante
Sei in: Home Page » 

PRESENTAZIONE SUA

La Stazione Unica Appaltante nasce nell'ambito di un complesso piano di interventi per potenziare il sistema di sicurezza in Calabria, denominato: "Programma Calabria".

Attivazione della S.U.A.

La costituzione è avvenuta il 20 dicembre 2006, con la stipula di una convenzione tra l'Amministrazione provinciale e i 27 Comuni della Provincia, le comunità montane "Alto Marchesato" e "Alto Marchesato Crotonese", i consorzi Crotone Sviluppo e Sviluppo Industriale, e l'ATERP.

Basi Normative

Le basi normative si rinvengono anzitutto nell'art. 19 della L. 109/1994 (legge quadro sui lavori pubblici), oggi trasfuso nell'art. 33 del D. L.vo 163/2006 (Codice dei contratti pubblici). Le amministrazioni aggiudicatrici, sulla base di apposito disciplinare, possono affidare le funzioni di stazione appaltante ai Servizi Integrati Infrastrutture e Trasporti ed alle Amministrazioni provinciali.

In materia di acquisizione di forniture e servizi, parimenti, il sistema delineato dalle leggi finanziarie degli ultimi anni ha prefigurato la costituzione di aggregazioni di enti allo scopo di uniformare e rendere più celeri gli appalti e, da ultimo, il menzionato art. 33 del D. L.vo 163/2006 ha tipizzato al riguardo, la figura della centrale di committenza.

Lo strumento pattizio previsto, la convenzione, è disciplinato dall'art. 30 del D.L.vo 267/2000. Per tale norma la finalità della convenzione è lo svolgimento coordinato di funzioni e servizi determinati e, a tale scopo, è possibile prevedere la costituzione di uffici comuni, che operano con personale distaccato dagli enti partecipanti.

Termini della Convenzione

La Stazione Unica Appaltante espleta le gare d'appalto di importo pari o superiore a € 100.000,00 per lavori, e dal 01.03.2008 (con integrazione alla convenzione originaria, sottoscritta in data 21.01.2008) per forniture e servizi.

Gli obiettivi

  1. La spersonalizzazione dell'attività amministrativa nel delicato settore degli appalti pubblici, in modo da fornire un valido strumento di tutela agli Enti locali contro pressioni e condizionamenti e da ottimizzare, per tale via, l'attività di prevenzione e contrasto di infiltrazioni criminose;
  2. il sostegno amministrativo ai piccoli comuni ed all'intero sistema delle autonomie locali, attraverso una strutturata azione di partenariato istituzionale, secondo il principio costituzionale di leale collaborazione.


L'organizzazione

  • Le risorse umane: Provincia e Comune.
  • Orientamento alle tecnologie informatiche.
  • Entusiasmo.


I risultati I risultati

  • Raggiungimento degli obiettivi prefissati.
  • Celerizzazione dei procedimenti.
  • Standardizzazione dei bandi di gara.
  • Possibilità di intervento efficace su ulteriori aspetti (clausole di prevenzione, prezziario provinciale ...)
  • Diffusione dell'iniziativa in altre realtà provinciali.


Prospettive evolutive Prospettive evolutive

  • Monitoraggio dell'esecuzione del contratto
  • Istituzione centro elaborazione bandi per i servizi di progettazione
  • Misure di prevenzione di infiltrazionicriminali:
    • Definizione di una sezione di clausole specifiche
    • Individuazione di settori di opere pubbliche
    • Fissazione di indici di anomalie


Scarica la presentazione formato pdf (240 KB)

Calendario

D L M M G V S

In rosso sono indicati i giorni di scadenza dei bandi e in verde quelli di apertura delle offerte.


Copyright 2012 - Stazione Unica Appaltante - Tutti i diritti sono riservati

Logo Amica



ERRORE: Non riesco a connttermi a MySQL! Controllare config.php .